Secondo il D.P.R. 462/01, il Datore di Lavoro ha l’obbligo sottoporre gli impianti di messa a terra a verifiche periodiche finalizzate alla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori.

​Le verifiche periodiche sugli impianti di terra sono finalizzate ad accertare l’efficienza dell’impianto che ha la funzione di assicurare la protezione contro i contatti indiretti. 
La periodicità dell’effettuazione delle verifiche secondo il DPR 462 è biennale per gli impianti in ambienti a maggior rischio in caso d’incendio  (attività rientranti nel DPR 151/2011), cioè quegli impianti che in caso di incendio comportano rischi più elevati al personale per la difficoltà di deflusso o per le caratteristiche del materiale stoccato all’interno della attività (ad es. alberghi, cinema,  e più in generale tutte le altre attività soggette al controllo dei Vigili del fuoco).

Hanno inoltre periodicità biennale i locali ad uso medico o simili (ad es. estetista, dentista, veterinario, pediatra…), i cantieri edili e gli ambienti con pericolo d’esplosione.
Tutti le altre attività hanno periodicità quinquennale.

​TÜV AUSTRIA ITALIA è autorizzata per le seguenti aree di ispezione:

  1. Verifica di impianti di terra in bassa tensione < 1000 V
  2. Verifica di impianti di terra in bassa tensione > 1000 V
  3. Verifica di impianti di protezione dalle scariche atmosferiche 

Le tariffe per l’attività su indicate, come riportato da D.L. 30 dicembre 2019, n. 162, sono determinate dal tariffario INAIL. Il prezzo concordato per il servizio richiesto è riportato sul modulo di richiesta.